L'Accordo di Parigi e il mondo dei trasporti e della mobilità: un commento alla SEN 2017

 

   
   

L'Accordo di Parigi richiede, legittima e consolida i "Contributi determinati a livello nazionale", moltissimi dei quali includono i trasporti. E proprio dai trasporti potrebbe venire quel plus di ambizione che manca per ridurre il gap tra ciò che la scienza chiede e quanto gli Stati si sono per il momento impegnati a fare.

Via via che gli altri settori diventano a minore intensità di carbonio, i trasporti vengono ad essere un settore cruciale, che deve affrontare la transizione con coraggio e conseguendo nel contempo una riduzione della congestione, il contenimento di tempi e costi dei tragitti, il calo dell'incidentalità e dell'occupazione di suolo.

In questo articolo, in corso di pubblicazione su Qual Energia, Andrea Poggio e Valentino Piana commentano la proposta di nuova SEN (Strategia energetica nazionale) in fatto di trasporti.